Menu

Comunicato del Direttore

Gentili Studenti e Professori,

in questi giorni l’aggravarsi della situazione sanitaria nella regione Emilia Romagna ha fatto sì che siano stati attuati dei provvedimenti restrittivi da parte delle autorità locali.

A livello normativo, sia ministeriale che regionale, l’AFAM ha la facoltà di continuare a svolgere una parte delle proprie lezioni, quelle di natura laboratoriale e performativa, in presenza, e la nostra Istituzione ha attuato tutte le misure necessarie previste dai protocolli perché ciò potesse avvenire in sicurezza.

Tuttavia, tutti condividiamo le medesime preoccupazioni e in proposito il Consiglio Accademico del Conservatorio ha richiesto un incontro urgente nel quale si è convenuto di adottare misure precauzionali che limitino il più possibile i rischi di diffusione del contagio nella speranza di un ritorno quanto più celere possibile alla normalità, anche grazie alla somministrazione dei vaccini in corso e ai sacrifici in questo momento richiesti.

Il Consiglio Accademico ha inoltre all’unanimità condiviso la convinzione che le lezioni a distanza di strumento o canto abbiano una validità didattica molto scarsa e che siano sostituibili alla lezione in presenza solo in caso di un lockdown generalizzato e imposto, in ogni caso come ultima ratio cui ci si augura di non dover più giungere.

Pertanto, di concerto con il Presidente del Conservatorio, sono a comunicarvi le misure deliberate nel Consiglio Accademico di ieri, 28 febbraio, che avranno validità dal 2 al 14 marzo:

  1. Sospensione di tutte le lezioni di musica d’insieme, sia vocale che strumentale, e di gruppo che erano programmate in presenza; dette lezioni, irrecuperabili a distanza, devono essere svolte con una riprogrammazione del monte ore anche oltre il termine stabilito dal regolamento interno, stante il prolungamento ministeriale dell’a.a. in ragione dell’emergenza Covid;
  2. Sospensione delle lezioni individuali di strumento o canto; dette lezioni non sono al momento recuperabili a distanza ma con una riprogrammazione del monte ore anche oltre il termine stabilito dal regolamento interno, stante il prolungamento ministeriale dell’a.a. in ragione dell’emergenza Covid;
  3. Prosecuzione regolare delle lezioni già programmate in remoto;
  4. Possibilità di svolgere anche le lezioni di argomento teorico/armonico/compositivo in remoto, a discrezione dell’insegnante nel caso ritenga la lezione ugualmente valida e sia possibile a tutti gli studenti interessati parteciparvi;
  5. Possibilità per gli studenti interni di utilizzare le aule del Conservatorio individualmente per potersi esercitare nel proprio strumento qualora sia autocertificata dallo studente l’impossibilità di farlo in altro modo; gli studenti interessati dovranno pertanto inviare una richiesta in tal senso alla segreteria didattica ed essere autorizzati allo studio personale;
  6. Possibilità di recuperare le tesi e gli esami che a causa del covid non è stato possibile sostenere nella sessione di febbraio;
  7. Limitare a 6, anche per le prossime sessioni di laurea, salvo evidenti miglioramenti della situazione sanitaria da valutare in futuro, il numero di persone che possano assistere all’esame finale.

Sono in ultimo a raccomandare il massimo rigore nel rispetto delle regole interne al Conservatorio e la massima responsabilità nei comportamenti individuali dato che interferiscono così pesantemente nella vita sociale di tutti.

Infine, le regioni hanno iniziato la campagna vaccinale per i lavoratori del comparto scuola, università e afam, ciascuno può interessarsi sulle modalità previste nella propria regione di residenza; ad oggi invece dal ministero, cui sono stati comunicati da parte nostra tutti i nominativi dei professori e dei collaboratori come richiesto, non abbiamo alcuna notizia in proposito.

Saluti a tutti

IL DIRETTORE

PROF.SSA LAURA PISTOLESI

Circolare n°6

Share Now

Conservatorio Bruno Maderna

Related Post